La legge uguale per tutti...compreso lo Stato!
  Come leggere una cartella esattoriale
 


Di seguito sono riportati alcuni utili informazioni per guidarvi nella lettura di una cartella esattoriale.

La cartella esattoriale,in prima pagina,riporta:

a)     la relata di notifica (in alto) nella quale l’incaricato della notifica indica la data, il luogo e la persona alla quale è stata consegnata la cartella esattoriale;

b)     il numero della cartella esattoriale(sulla destra e nella parte centrale);

c)      i dati dell’Agente della Riscossione che ha emesso la cartella esattoriale (es. EQUITALIA...);

d)     il nominativo del Contribuente debitore, il suo indirizzo e codice fiscale;

e)      l’importo da pagare e le informazioni legate all’eventuale ritardo nel pagamento (interessi, compensi diriscossione), la causale e l’Ente Creditore;

f)       una sintesi delle modalità di pagamento della cartella esattoriale e l’avvertenza che, essendo la cartella esattoriale un titolo esecutivo, in mancanza di pagamento, decorsi i 60 giorni dalla notifica, si procederà “…ad esecuzione forzata, nonché al fermo amministrativo dei beni mobili registrati (ad es. automobili), all’ipoteca sugli immobili di Sua proprietà e ad acquisire presso i Suoi debitori notizie sui Suoi crediti nei loro confronti”.

 

Nel seguito troviamo la sezione “DETTAGLIO DEGLI ADDEBITI” della cartella esattoriale:

 

1)      la denominazione dell’Ente Impositore al quale il Contribuente dovrà fare riferimento per informazioni circa la sussistenza del debito riportato in cartella esattoriale;

2)      la motivazione, seppur sintetica, delle circostanze per cui è sorto il debito contenuto nella cartella esattoriale (es: imposta non versata in autotassazione, accertamento di maggiore imposta da parte dell’Ente, tassa rifiuti solidi urbani, verbale di contravvenzione non pagato, contributi previdenziali, canoni, tasse, contributi vari, etc.);

3)      l’indicazione del ruolo della cartella esattoriale, della data di esecutorietà e della sua tipologia (ruolo ordinario o straordinario);

4)      il dettaglio del debito richiesto (tributi) scorporato per anno di riferimento e voce (somma originaria, interessi, sanzioni etc.).

Nella sezione “ISTRUZIONI PER IL PAGAMENTO” della cartella esattoriale, sono riportati:

  1. l’importo della cartella esattoriale e il tempo utile per effettuare il pagamento o i pagamenti se l’importo è ripartito in rate;
  2. le varie modalità previste dalla legge per il pagamento della cartella esattoriale: sportelli dell’ Agente della Riscossione, UfficiPostali, Sportelli Bancari.

Nella sezione “DATI AD USO DEGLI UFFICI” della cartella esattoriale invece abbiamo:

a)     i dati identificativi della cartella esattoriale e dell’iscrizione a ruolo;

b)     l’anno di compilazione e il numero del ruolo della cartella esattoriale;

c)      i codici del tributo da pagare;

d)     gli anni di riferimento;

e)      le rate;

f)       l’importo per tributo;

g)     gli estremi dell’atto che ha dato origine all’iscrizione a ruolo della cartella esattoriale;

h)     alcune eventuali comunicazioni dell’ Agente della Riscossione

Alla sezione “QUANDO E COME PRESENTARE RICORSO” avverso il pagamento della cartella esattoriale,corrispondono i seguenti dati:

  1. i termini e le modalità per effettuare eventuale ricorso contro la cartella esattoriale all’ENTE IMPOSITORE che ha emesso il ruolo in qualità di titolare del credito;
  2. i dati da indicare nel ricorso.
 
   

                                                          
 
=> Vuoi anche tu una pagina web gratis? Clicca qui! <=