La legge uguale per tutti...compreso lo Stato!
  Taratura e centri Sit
 

SIT – SERVIZIO DI TARATURA IN ITALIA

   A partire dal 1979 gli Istituti metrologici primari IMGC/CNR, IEN e INMRI/ENEA, per mezzo delle loro Strutture di Accreditamento, coordinate dalla Segreteria Centrale del SIT, hanno effettuato l’accreditamento di numerosi Laboratori metrologici secondari quali Centri di taratura, costituendo così il SIT – SERVIZIO DI TARATURA IN ITALIA.

Con deliberazioni del dicembre 2003 IMGC/CNR e IEN hanno trasferito la responsabilità e il controllo dell’accreditamento al Responsabile della Segreteria Centrale del SIT. Dal maggio 2004 tale autorità è stata estesa per le attività che riguardano ogni tipo di Laboratorio di taratura, per qualunque tipo di grandezza fisica.

Il 1° gennaio 2006 è diventato operativo l’INRIM, Istituto Nazionale di Ricerca Metrologica, che ha unificato IEN e IMGC/CNR. Il SIT è collocato nel Servizio accreditamento laboratori, previsto dal Regolamento di organizzazione e funzionamento dell’INRIM, è dotato di autonomia organizzativa e funzionale, espleta i suoi compiti in modo da garantire i requisiti stabiliti dalla normativa nazionale ed internazionale, nonché la partecipazione agli accordi di mutuo riconoscimento

Al fine di accreditare un Laboratorio quale Centro di taratura, il SIT, avvalendosi di esperti degli Istituti primari nazionali ed internazionali utilizzati nella funzione di  ispettori tecnici, applica procedure  di  accreditamento, mantenimento, estensione o riduzione, rinnovo, sospensione o revoca dell’accreditamento.

La procedura di accreditamento iniziale si conclude con l’emissione di un Certificato di accreditamento, in cui il SIT attesta la competenza del Laboratorio ad effettuare tarature che assicurano nel tempo la riferibilità ai campioni nazionali o internazionali e riconosce al Laboratorio la facoltà di emettere certificati di taratura SIT, che presentano l’intestazione SIT – SERVIZIO DI TARATURA IN ITALIA, per gli strumenti, i campi, le incertezze e le condizioni di misura specificate in un’apposita tabella di accreditamento.  

Questi certificati, che hanno la stessa validità tecnica di quelli rilasciati dagli Istituti metrologici primari, naturalmente tenendo conto dei livelli d’incertezza dichiarati, garantiscono la riferibilità della strumentazione tarata. Essi hanno trovato una favorevole accoglienza non solo a livello nazionale, ma anche in misura crescente a livello internazionale, grazie agli accordi di mutuo riconoscimento tra il SIT e gli analoghi Organismi di accreditamento di Paesi diversi.  

La riferibilità della strumentazione è richiesta in misura crescente nei più diversi settori: attività di ricerca e sviluppo, laboratori di prova addetti alla certificazione tecnica dei prodotti, sistemi per il controllo automatico di processi di produzione, aziende che operano in regime di assicurazione della qualità e pubbliche amministrazioni. In particolare, sono stati stabiliti stretti rapporti con il Sistema Nazionale Accreditamento di Laboratori (SINAL) e con il Sistema Nazionale Accreditamento di Organismi di Certificazione (SINCERT),  con i quali si collabora nella federazione FIDEA, al fine di garantire un coordinamento delle procedure operative richieste da tali sistemi.

 

 
   

                                                          
 
=> Vuoi anche tu una pagina web gratis? Clicca qui! <=